È incredibile vedere come i diversi eventi della storia hanno influenzato e cambiato il modo in cui le persone si sono vestite nel tempo. Alcune delle mode più popolari sono classiche, possono resistere alla prova del tempo e quasi mai "passare di moda", sperimentando solo piccole modifiche per tenere il passo con le tendenze. Altri capi di abbigliamento potrebbero essere considerati "mode", stili che sono popolari solo per una breve stagione e che non vengono mai più indossati. Spesso certe tendenze della moda dipendono dai gusti di particolari gruppi di persone o di gruppi e sono solitamente associate a status sociale o preferenze culturali come il tipo di musica che piace a una persona. La moda può anche essere influenzata da eventi mondiali come la guerra o l'economia. Ad esempio, durante la seconda guerra mondiale, alle persone era permesso solo una certa quantità di tessuto, così furono costretti a creare abiti semplici che erano abbastanza pratici per i doveri di guerra. Dagli anni '20 agli anni '90, le mode popolari hanno rispecchiato lo stato d'animo di ogni decennio e hanno messo in mostra i cambiamenti nella società man mano che gli stili di abbigliamento e accessori si sono evoluti nel tempo.

Ad esempio i cambiamenti nelle gonne e nella moda dell'abbigliamento sono cambiati e variano drasticamente tra gli anni '20 e il presente, così come all'interno di ogni decennio. Nel 1920, solo pochi anni dopo la prima guerra mondiale, gli orli della gonna e del vestito si allungavano e le linee della vita si abbassavano fino ai fianchi. Questi cambiamenti hanno accompagnato le mode da ragazzino che hanno caratterizzato gli anni '20 come decennio di decadenza e divertimento. Durante il periodo dal 1926 al 1928, gli orli furono riportati al loro massimo, ma una volta che il mercato azionario crollò nel 1929 e la Grande Depressione entrò, le linee dell'orlo tornarono a una lunghezza più conservatrice (sotto il ginocchio o inferiore). Gli anni '30 vantano un ritorno alla femminilità e il glamour di Hollywood è stato idolatrato. Gli abiti da sera mostravano tagli diagonali e accenti di strass e erano fatti di chiffon o di velluto. Per un look più casual negli anni trenta gli abiti erano tagliati sottili e avevano spalle larghe e una cintura intorno alla vita. Accenti di pelliccia veri e stampe floreali erano anche popolari durante questa era fino alla scoppio della seconda guerra mondiale e l'aspetto glamour del decennio perse la sua lucentezza.

 

Durante la seconda guerra mondiale, tessuti lussuosi come lana, seta e nylon erano altamente regolamentati e le gonne e gli abiti delle donne erano spesso fatti di viscosa e rayon. Anche le gonne e gli abiti sarebbero stati ricavati da tutto ciò che poteva essere trovato all'interno di una casa (come tende, camicie da notte o lenzuola) a causa dell'illegalità dell'uso di tessuto in eccesso quando si indossava un vestito dal 1942 al 1947. Con il boom economico nel Gli anni '50, il glamour è tornato di moda e le gonne A-line e a matita sono diventate delle mode molto popolari. Gli abiti del decennio erano spesso caratterizzati da volant eleganti o accenti di pizzo e solitamente erano lunghi fino alle ginocchia o al tè. Verso la fine degli anni '50 e '60 entrarono in scena i mini abiti e gli abiti della gonna a vita lunga. Abiti in stile mod con gonne corte e motivi audaci e colorati sono diventati popolari. Mary Quant, una stilista di moda Mod è una delle persone accreditate con la creazione della minigonna iconica della metà degli anni '60. Verso la fine degli anni sessanta e settanta la moda hippie prese il sopravvento e le maxi gonne e gli abiti larghi e fluenti divennero dominanti. La musica e la danza da discoteca hanno influenzato anche gli abiti dalle linee slanciate, le gonne fluenti e i tessuti scintillanti che avrebbero avuto un aspetto migliore in un locale notturno.